Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Fondazione per il Sud e Aiutare i Bambini scelgono ancora Librino

Tre Fondazioni a sostegno dell’oratorio Talità Kum

Il progetto prevede la realizzazione di uno spazio gioco per bambini dai tre mesi fino ai tre anni

lunedì 26 settembre 2011, di Massimiliano Nicosia

Vota quest'articolo
voti:1

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Mentre in questi mesi sono in via di elaborazione le relazioni conclusive del progetto triennale finanziato nel 2009 dalla Fondazione per il Sud e presentato da un insieme di realtà cattoliche operanti a Librino anche per quest’anno le intense attività oratoriali nel quartiere potranno ricevere una piccola boccata di ossigeno grazie al finanziamento di Fondazione per il Sud, Unicredit Fondation e Aiutare i Bambini per sostenere servizi alla prima infanzia in territori disagiati d’Italia.

L’Associazione di famiglie "Sentiero", che opererà all’interno del Centro Talità Kum gestito dalla Caritas di Catania in viale Moncada, ha infatti partecipato al bando promosso dalle tre fondazioni presentando il progetto “Macari i picciriddi” che mira a realizzare uno spazio gioco per bambini da 3 mesi a 3 anni al fine di potenziare le attività che già si svolgono presso il centro. Poco meno di 30.000 euro saranno dunque destinati dalle fondazioni a parziale copertura delle spese dello stipendio di due educatrici e quelle relative a rendere il nuovo spazio gioco più confortevole. Nel 2010 la fondazione Aiutare i Bambini aveva già dato il proprio sostegno al Talità Kum contribuendo alla pavimentazione e alla realizzazione di una libreria multimediale all’interno del centro.

In questi giorni è in via di conclusione inoltre il bando di Vodafone Italia che vede concorrere anche l’Oratorio Giovanni Paolo II di viale Grimaldi attraverso il progetto "Ci vediamo in palestra" che mira alla realizzazione di laboratori di sport, attività artistico-teatrali, tradizioni e cultura, sostegno e recupero scolastico. Chi volesse sostenere il progetto può esprimere la sua preferenza attraverso il sito di Vodafone Italia.




I più letti

SetteGiorni